Laceno-placeholder-image-white

Io padre Pirro, il Loyola ed il Laceno

Tratto dall’opuscolo di Padre Pirro – Villa Lojola quarant’ anni

villa-lojola-laceno-padre-Pirro“Sono passati ormai quarant’anni da quando è iniziata la mia conoscenza con Padre Pirro. Molto più giovani allora, ma entusiasti come oggi, abbiamo intuito ambedue le potenzialità di questo piccolo paradiso: per me una stazione turistica, estiva ed invernale, dalle grandi potenzialità… la Cortina del Sud, come è stata definita. Per Padre Pirro un posto magnifico, forse più vicino al Signore, per costruire una comunità viva, un centro di amore, fede, speranza per molti ragazzi e per le loro famiglie.

Col passare degli anni, le grandi potenzialità della stazione si sono in parte realizzate. Certamente, il Centro Loyola si è ingrandito tantissimo, e, da giugno a settembre ogni anno, ha accolto centinaia di ragazzi e loro famiglie, comunità in preghiera ma anche a contatto con la natura: giochi, passeggiate, escursioni in cima al Rayamagra ed alle altre montagne che fanno da cornice a questo bellissimo altopiano.

La Messa nella piccola Cappella ma, quando è possibile, all’aperto, sull’altare attrezzato al centro del giardino fiorito, curato con amore, odoroso di fiori in primavera, fresco ed ombreggiato, d’estate… La Processione notturna per la vie del piccolo Villaggio Laceno, sotto un cielo stellato di una purezza impressionante, a poco più di un’ora di macchina dai fumi della città”. Ing. Franco Giannoni – Laceno, 9 maggio 2006