Blog Post «Innamorati della neve»: la sfida è investire sul Laceno


Gen

22

2016

«Innamorati della neve»: la sfida è investire sul Laceno

Il Mattino
Dal 5 al 7 febbraio l’edizione 2016 della rassegna promossa dall’UIsp con l’Ept. Capone: lo sport come volano di sviluppo.

sciare-a-LacenoIl miglior benvenuto alla quarta edizione di «Innamorati della neve» lo hanno dato proprio le bianche precipitazioni che hanno fatto capolino in Irpinia. L’iniziativa, presentata al Circolo della Stampa di Avellino, promossa dall’Unione Italiana Sport per Tutti, si svolgerà dal 5 al 7 febbraio nella cornice della stazione sciistica del Laceno.

La tre giorni di sport, appuntamento fisso dell’inverno, spazierà dallo sci alla corsa col sacco, dal tiro con l’arco all’arrampicata sportiva fino al Tree Climbing. «Innamorati della neve» vedrà anche momenti di riflessione e dibattito come, ad esempio, la tavola rotonda riservata al tema del turismo sportivo come opportunità di sviluppo per i territori.

«Il mondo dello sport – spiega Ivo Capone , presidente della Uisp Campania – è trasversale perchè investe vari ambiti: dalla salute all’ambiente fino all’urbanistica. Crediamo, dunque, che questo tipo di turismo possa essere il miglior volano di sviluppo possibile per le zone interne».

Dello stesso avviso anche il vice presidente nazionale, Simone Pacciani: «Il nostro scopo è quello di promuovere a livello nazionale dei luoghi bellissimi ma, spesso, poco conosciuti. Il Laceno, inoltre, si presta bene a questa manifestazione perchè gode di un’impiantistica adeguata».

Partner di «Innamorati della neve» anche l’Ept di Avellino con il commissario Luigi Napolitano: «Credo fermamente in questo progetto – spiega – ma sono convinto che per migliorare  bisogna mettere in rete le energie e le idee, curando nel dettaglio tanto le infrastrutture quanto l’accoglienza».

A sostenere l’iniziativa anche il presidente del consiglio regionale, Rosa D’Amelio: «La manifestazione arriva in un momento favorevole in cui l?Europa ci da l’ok per ripartire con i bandi e l’amministrazione di Palazzo santa Lucia sceglie di avere un’attenzione particolare per le aree interne, In questa direzione, infatti, vanno le idee sull’Avellino-Salerno, sulla linea  della Valle Caudina e sull’Avellino-Rocchetta che, insieme al vicepresidente Bonavitacola, stiamo cercando di recuperare per fini turistici».

È proprio a D’Amelio che rivolge l’appello il sindaco di bagnoli Iprino, Filippo  Nigro,: «Abbiamo messo tutto il nostro impegno per migliorare le piste da sci e per ristrutturare l’intero comprensorio. Abbiamo ricevuto delle somme che poi si sono bloccate, faccio appello al presidente D’Amelio affinché si recuperi il finanziamento nella prossima programmazione»