Blog Post Impianti: società disponibile a cedere le aree, ma preoccupa la vita tecnica delle seggiovie

Impianti: società disponibile a cedere le aree, ma preoccupa la vita tecnica delle seggiovie
Apr

3

2017

Impianti: società disponibile a cedere le aree, ma preoccupa la vita tecnica delle seggiovie

La vicenda delle  nuove seggiovie ad una svolta, anche se potrebbe non essere positiva…

A seguito della lettera dell’amministrazione di Bagnoli con la quale veniva chiesto alla ditta Giannoni di riconsegnare le aree, è arrivata la disponibilità da parte della società a “restituire” i terreni dove insistono gli impianti al comune. Tutto ciò col preciso obiettivo di accedere ai fondi del “Progetto Pilota” della comunità dell’Alta Irpinia per rinnovare il complesso impianti e piste.

Tuttavia, sugli attuali impianti pende la spada di Damocle della vita tecnica. Infatti i due impianti (realizzati con gli allora fondi della cassa del Mezzogiorno, potete approfondire qui la storia) risalgono al 1974/75 , e  secondo legge si sarebbero dovuti fermare definitivamente nel 2015. Tuttavia con lo “Sblocca Italia” dello stesso anno è stata modificata la normativa tecnica, introducendo una revisione generale per prolungare la vita tecnica degli impianti a fune. Revisione che era stata portata avanti circa per metà dalla società Giannoni, con una spesa di circa €450.000 (lavori eseguiti nell’autunno 2016), e che si sarebbe dovuta concludere entro e non oltre maggio 2017 con lavori per altri €500.000. La società ha perciò precisato che naturalmente, con la riconsegna delle aree, non avrebbe più potuto completare tali lavori, e ciò comporta la definitiva chiusura delle attuali due seggiovie biposto. Una vera grana, facendo i dovuti scongiuri, in caso di mancato finanziamento per la realizzazione dei nuovi impianti.

Di seguito la lettera (fonte laceno.net) con la quale la società ha risposto alla delibera comunale.

LETTERA AL COMUNE – CONSEGNA AREE IMPIANTI